La parola bolletta ti fa paura?

Al solo pensiero di dover pagare un’utenza ti viene voglia di girarti dall’altra parte e seppellirla sotto uno strato di corrispondenza?

Niente panico, con un minimo di organizzazione potrai superare anche questa difficoltà.
E se ti viene l’ansia, ricorda che i soldi sono solo numeri e, ache se dovessi superare la scadenza della bolletta, non c’è nessun mostro cattivo che ti aspetta sotto al letto per mangiarti la testa.

Come si può pagare una bolletta?

Vediamo ora insieme in quali modi si possono saldare le utenze.
Già, perché fare ore e ore di fila alle poste per pagare un bollettino è solo uno dei tanti metodi di pagamento che puoi scegliere.

E, non me ne vogliano i dipendenti di Poste Italiane, nemmeno il più efficiente o economico.

Bollettino postale (contanti o Bancomat)

Chi non è mai stata alle poste per pagare un bollettino?

Con la sua diffusione capillare sul territorio nazionale, la Posta è ancora il luogo più amato per chi paga le bollette: comodo, vicino casa e semplice. Nonostante le ore di fila da fare.

In Posta puoi saldare in contanti o con il Bancomat (sì, anche quello della tua Banca!)

Il bollettino postale può essere pagato in ogni Ufficio Postale d’Italia, ma anche in tabaccherie, ricevitorie Sisal e in alcuni supermercati.
Le commissioni sono variabili in base al posto in cui paghi.

PRO
Puoi pagare ovunque in contanti o bancomat.

CONTRO
Spesso devi perdere molto tempo in fila e il rischio di dimenticare la scadenza è alto.

Bollettino MAV

Il bollettino MAV è un particolare bollettino che si può pagare in Posta con le stesse commissioni di tutti gli altri, oppure in banca senza commissioni.

Può essere saldato in qualsiasi banca in contanti o con bancomat, oppure attraverso l’home banking (sul sito o con la app della tua banca).

PRO
Zero commissioni e molte possibilità di pagamento

CONTRO
Devi ricordarti la scadenza di ogni singolo bollettino.

Bonifico bancario

Molti gestori danno la possibilità di saldare direttamente con bonifico bancario, che puoi gestire in autonomia dal tuo home banking.

Per utilizzare questi tipo di pagamento è necessario avere l’IBAN del fornitore(spesso lo stampano direttamente sulla fattura), che riceverà il pagamento in pochi giorni.

PRO
Puoi pagare quando vuoi, anche di notte e nei weekend.

CONTRO
Devi essere molto precisa nella gestione delle scadenze.

App per i pagamenti (PayPal, Satispay, ecc.)

Le app di pagamento, sempre più diffuse e sempre più numerose, ti permettono di pagare con un semplice tap sul tuo cellulare.

I gestori si sono adeguati alla richiesta del mercato e molti hanno deciso di firmare accordi con una o più app per permettere agli utenti di saldare il conto, spesso inquadrando un semplice QR code presente sulla fattura stessa.

PRO
Puoi saldare la bolletta in un attimo, ovunque tu sia e in qualsiasi momento.

CONTRO
Attenzione alle eventuali commissioni che la app o la tua banca applicano per il movimento di denaro dal conto corrente o dalla carta di credito.

Addebito su conto corrente

Chiamata anche domiciliazione delle utenze, l’addebito diretto (SEPA SDD) è un’opzione di pagamento che puoi attivare dando le tue coordinate bancarie al fornitore dell’utenza.

In pratica, autorizzi la banca a pagare per te la bolletta il giorno della scadenza, pescando automaticamente i soldi dal tuo conto corrente.

Questo servizio è offerto quasi sempre gratuitamente dalle banche. Se ti dicono che devi pagare una commissione, ti consiglio di valutare altri contratti.

Tendenzialmente i fornitori di servizi preferiscono questa modalità di pagamento e spesso offrono piccoli sconti per chi decide di aderire.

PRO
Zero commissioni; zero rischi di bucare la scadenza.

CONTRO
Devi avere sempre un saldo sufficiente sul conto e rischi di perdere il controllo della situazione.

Qual è la soluzione migliore?

Come vedi, le soluzioni possono essere varie.
Per scegliere quella che fa al caso tuo devi valutare non solo il costo delle commissioni, ma anche quanto tempo dovrai spendere per pagare la bolletta.

Inoltre, non è necessario che utilizzi sempre lo stesso metodo per ogni bolletta.
Ad esempio, puoi scegliere la domiciliazione per alcune e la app per altre.

Trova il tuo mix e riorganizza le tue spese fisse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *